Le immagini di ‘Panca Popolare Italiana’ sono state realizzate nell’arco di circa 6 anni, dall’autunno del 2000, inquadrando sempre la stessa panchina, collocata in piazza delle Finanze, a Roma. Su di essa, dall’inizio del nuovo millennio ad oggi, si sono incontrati popoli di tutte le etnie ed hanno trovato riposo e rifugio centinaia di persone.

Menzione Speciale – MO>VI Arte 2008 ‘per l’intenso lavoro e la convincente articolazione degli aspetti visivi e sonori, trattati con maturità concettuale e attenta orchestrazione d’insieme’.

Premio Miglior Cortometraggio – Clorofilla FF 2010 ‘per essere riuscito a raccontare, in una serie di immagini intensamente bloccate dentro la medesima inquadratura fotografica, altrettante storie che raccontano un microcosmo emblematico dei nostri giorni in cui il tempo, apparentemente cristallizzato, scorre invece drammaticamente e le cose e le persone, seppur chiuse in una immobilità straniante, trasudano vita, emozioni, vissuti e poesia’.

Rimini/1963. Attento a dinamiche innovative sperimentali neo concettuali e situazioniste, che si caratterizzano di un gusto ironico e surreale, Werther Germondari svolge da 25 anni una ricerca che si attua attraverso numerosi media espressivi. Ha partecipato ad esposizioni  in gallerie private e spazi sperimentali, alternando installazioni d’ambiente, videowork, e atti performativi, focalizzando l’attenzione su elementi nascosti, attinenti ad una visione reale, sociale e politica, portati alla ribalta con stile a volte goliardico.

Comments are closed.